Agenzie di collocamento

Come lavorano

I consulenti o agenti del lavoro giocano un ruolo fondamentale ai fini del collocamento di lavoratori stranieri in numerosi campi.



Agenzie di collocamento

Data la spesso grande distanza che separa Dubai dai paesi d'origine di gran parte della forza lavoro del paese, gli agenti devono assumere il ruolo d' intermediario. Consulenti del lavoro privati e cacciatori di teste nei paesi occidentali (soprattutto a Londra e New York) gestiscono la maggior parte dell'offerta di lavoro di tipo manageriale, mentre altre agenzie in India (soprattutto a Bombai), Sri Lanka, Pakistan, Corea, nelle Filippine (Manila), e in Thailandia (Bangkok) forniscono gran parte della manovalanza, indispensabile per sostenere i numerosi cantieri edilizi presenti a Dubai.

Le agenzie hanno la tendenza a specializzarsi in settori specifici del lavoro come medicina ed infermeria, finanza, edilizia. Alcune si dedicano esclusivamente alla ricerca di personale specializzato, di quadri, ingegneri o tecnici. Le commissioni che riceve l'agenzia vengono pagate dal datore, mentre sul singolo lavoratore non grava alcun tipo di onero finanziario. Le commissioni non sono altro che una percentuale sullo stipendio annuale, che generalmente corrisponde al 10-20%, ma può essere inferiore nel caso di impieghi altamente remunerati.

Le agenzie di collocamento nella stessa Dubai possono risultare utili agli stranieri per trovare lavori interinali o, come succede in molti casi, per aiutare le mogli di stranieri residenti a Dubai a trovare un impiego. Le norme che regolano l'assunzione delle mogli di immigrati sono molte, infatti, è necessario un visto specifico anche per loro ed è proprio l'agenzia ad occuparsi di risolvere questo tipo di questioni. Le agenzie vengono chiamate in causa anche quando l'immigrato intende cambiare lavoro per gestire tutta la parte burocratica e legale. Tuttavia è abbastanza raro che ciò avvenga perché di solito gli stranieri si trasferiscono a Dubai con un contratto già firmato ed è difficile che questo preveda la possibilità da parte del dipendente di cambiare impiego. Più frequente è il caso in cui si renda necessario l'intervento di un'agenzia per rompere un contratto di lavoro o per aiutare nella ricerca di un lavoro dopo la scadenza del contratto.

Servizio di collocamento statale

A Dubai non esistono i centri di collocamento organizzati a livello nazionale che si possono comunemente trovare nei paesi occidentali. L'organo competente in materia di lavoro è il Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali (Department of Economic Development, PO Box 13223, Dubai (Tel. 971-4-222 9922).

Dubai sta cercando un compromesso tra il suo bisogno d'importare forza lavoro straniera e soddisfare le esigenze della popolazione autoctona, promuovendo l'assunzione di cittadini dubaiani all'interno delle aziende nazionali. Si tratta di una campagna che viene portata avanti con una certa forza e che ha visto il numero di visti rilasciati o rinnovati calare drasticamente in alcune aziende, con la fissazione di quote per quanto riguarda i locali.

Data la spesso grande distanza che separa Dubai dai paesi d'origine di gran parte della forza lavoro del paese, gli agenti devono assumere il ruolo d' intermediario. Consulenti del lavoro privati e cacciatori di teste nei paesi occidentali (soprattutto a Londra e New York) gestiscono la maggior parte dell'offerta di lavoro di tipo manageriale, mentre altre agenzie in India (soprattutto a Bombai), Sri Lanka, Pakistan, Corea, nelle Filippine (Manila), e in Thailandia (Bangkok) forniscono gran parte della manovalanza, indispensabile per sostenere i numerosi cantieri edilizi presenti a Dubai.

Le agenzie hanno la tendenza a specializzarsi in settori specifici del lavoro come medicina ed infermeria, finanza, edilizia. Alcune si dedicano esclusivamente alla ricerca di personale specializzato, di quadri, ingegneri o tecnici. Le commissioni che riceve l'agenzia vengono pagate dal datore, mentre sul singolo lavoratore non grava alcun tipo di onero finanziario. Le commissioni non sono altro che una percentuale sullo stipendio annuale, che generalmente corrisponde al 10-20%, ma può essere inferiore nel caso di impieghi altamente remunerati.

Le agenzie di collocamento nella stessa Dubai possono risultare utili agli stranieri per trovare lavori interinali o, come succede in molti casi, per aiutare le mogli di stranieri residenti a Dubai a trovare un impiego. Le norme che regolano l'assunzione delle mogli di immigrati sono molte, infatti, è necessario un visto specifico anche per loro ed è proprio l'agenzia ad occuparsi di risolvere questo tipo di questioni. Le agenzie vengono chiamate in causa anche quando l'immigrato intende cambiare lavoro per gestire tutta la parte burocratica e legale. Tuttavia è abbastanza raro che ciò avvenga perché di solito gli stranieri si trasferiscono a Dubai con un contratto già firmato ed è difficile che questo preveda la possibilità da parte del dipendente di cambiare impiego. Più frequente è il caso in cui si renda necessario l'intervento di un'agenzia per rompere un contratto di lavoro o per aiutare nella ricerca di un lavoro dopo la scadenza del contratto.

Servizio di collocamento statale

A Dubai non esistono i centri di collocamento organizzati a livello nazionale che si possono comunemente trovare nei paesi occidentali. L'organo competente in materia di lavoro è il Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali (Department of Economic Development, PO Box 13223, Dubai (Tel. 971-4-222 9922).

Dubai sta cercando un compromesso tra il suo bisogno d'importare forza lavoro straniera e soddisfare le esigenze della popolazione autoctona, promuovendo l'assunzione di cittadini dubaiani all'interno delle aziende nazionali. Si tratta di una campagna che viene portata avanti con una certa forza e che ha visto il numero di visti rilasciati o rinnovati calare drasticamente in alcune aziende, con la fissazione di quote per quanto riguarda i locali.

Quest'articolo è stato d'aiuto?

Vuoi mandarci commenti, suggerimenti o domande su questo tema? Scrivici qui: